Sunday, January 14, 2018

Lirik Lagu Largo al factotum (The Barber of Seville) G. Rossini Asli dan Lengkap Free Lyrics Song

Lirik Lagu Largo al factotum (The Barber of Seville) G. Rossini Asli dan Lengkap Free Lyrics Song,Selamat Malam Karena banyaknya request tentang lirik lagu terutama lagu Largo al factotum (The Barber of Seville) dari G. Rossini mp3, lirik lagu Largo al factotum (The Barber of Seville) berdasarkan task asli lagu Largo al factotum (The Barber of Seville) yang dinyanyikan oleh G. Rossini, mungkin anda seorang penyanyi cover, penyanyi dangdut, penyanyi pop, atau anda seorang remaja yang sangat suka lagu ini yang ingin menyanyikan ulang lagu Largo al factotum (The Barber of Seville) tapi anda tidak hafal lirik lagu Largo al factotum (The Barber of Seville) jika anda membaca postingan ini berati anda sedang tidak tersesat dalam mencari lirik lagu Largo al factotum (The Barber of Seville). tapi untuk kali ini lirik lagu Largo al factotum (The Barber of Seville) tidak beserta kunci nada karena akan mengganggu jika kalian ingin menghafal dan menghayati lagu Largo al factotum (The Barber of Seville) berikut ini adalah lirik lagu Largo al factotum (The Barber of Seville) :


La ran la lera,
la ran la la,
la ran la lera,

la ran la la.

Largo al factotum della città, largo!
La ran la la ran la la ran la la.

Presto a bottega, che l'alba è già, presto!
La ran la la ran la la ran la la.

Ah, che bel vivere,
che bel piacere,
che bel piacere
per un barbiere
di qualità, di qualità!

Ah, bravo Figaro, bravo, bravissimo, bravo!
La ran la la ran la la ran la la.

Fortunatissimo per verità!
Bravo!
La ran la la ran la la ran la la.

Fortunatissimo per verità,
fortunatissimo per verità.
La la ran la la la ran la la ran la la ran la la ran la la ran la.

Pronto a far tutto, la notte il giorno
sempre d'intorno in giro sta.
Miglior cuccagna per un barbiere,
vita più nobile no non si dà.

La la ran la la ran la la ran la la ran la la ran la la ran la la ran la.
Rasori e pettini, lancette e forbici, al mio comando tutto qui sta,
lancette e forbici, rasori e pettini al mio coman do tutto qui sta.

V'è la risorsa
poi del mestiere
colla donnetta,
col cavaliere,
colla donnetta...
la la ran lera...
col cavaliere...
la la ran la,
la la la.

Ah, che bel vivere,
che bel piacere,
che bel piacere
per un barbiere
di qualità,
di qualità!

Tutti mi chiedono,
tutti mi vogliono,
donne, ragazzi,
vecchi, fanciulle,
qua la parrucca...
presto la barba...
qua la sanguigna...
presto il biglietto...
Tutti mi chiedono,
tutti mi vogliono,
tutti mi chiedono,
tutti mi vogliono.
Qua la parrucca...
presto la barba...
presto il biglietto, chi,

Figaro,
Figaro,
Figaro, Figaro,
Figaro, Figaro,
Figaro, Figaro,
Figaro.

Ahimè!
Ahimè!
Che furia!
Ahimè! Che folla!
Uno alla volta per carità, per carità, per carità,

uno alla volta, uno alla volta, uno alla volta, per carità!
Figaro...
Son qua.
Ehi...
Figaro...

Son qua,
Figaro qua,
Figaro là,
Figaro qua,
Figaro là,
Figaro su,
Figaro giù,
Figaro su,
Figaro giù.

Pronto prontissimo son come il fulmine, sono il factotum della città, della città, della città, della città, della città.

Ah, bravo Figaro, bravo, bravissimo, ah bravo Figaro, bravo, bravissimo, a te fortuna, a te fortuna, a te fortuna non mancherà.

La la ran la la ran la la ran la la ran la la ran la la ran la la ran la la ran, a te fortuna, a te fortuna, a te fortuna non mancherà.
Sono il factotum della città,
sono il factotum della città, della città, della città,

della città.

No comments:

Post a Comment